PER LE LOCAZIONI OBBLIGATORIETA' INDICAZIONE DATI CATASTALI IN CONTRATTO - AGENZIA IMMOBILIARE PALLADINI

L'agenzia della tua città
Vai ai contenuti

PER LE LOCAZIONI OBBLIGATORIETA' INDICAZIONE DATI CATASTALI IN CONTRATTO

NOVITA' NORMATIVE


In relazione alle locazioni immobiliari, proprio da 1° luglio 2010, si applicano le nuove disposizioni di cui all’art.19 comma 15 del d.l. n.78/2010 (c.d. manovra Tremonti) secondo le quali le richieste di registrazione dei contratti anche verbali di locazione debbono contenere – oltre ai dati fiscali di locatore e conduttore – anche i dati catastali degli immobili locati.

Per inciso va ricordato che la medesima disposizione si applica anche alle cessione, risoluzione o proroga dei contratti di locazione.

Pertanto, al momento della registrazione, che va fatta entro 30 giorni, nel modulo di richiesta il lettore dovra’ indicare tutti i dati catastali dell’unità locata (foglio, particella, mappale, zona censuaria, categoria, classe, rendita catastale e consistenza).

L’Agenzia delle Entrate ha provveduto a tal fine alla predisposizione dei nuovi moduli di richiesta di registrazione che il lettore potra’scaricare dal sito www.assoedilizia.com.

Ricordiamo che l’omessa indicazione di tali dati è sanzionata con un importo dal 120% al 240% dell’imposta dovuta.

La nuova disposizione non si riferisce esplicitamente al testo del contratto ma va ricordato che l’art.8 del d.
l. n.333/92 già prevedeva la comunicazione al conduttore dei dati catastali dell’unità locata. E’ quindi opportuno che i dati catastali siano inseriti anche in contratto.

Infine, va ricordato che sempre il decreto Tremonti prevede la regolarizzazione dei dati catastali per cui
in caso si riscontrassero mancati aggiornamenti degli stessi si suggerisce di procedere, prima della stipula del nuovo contratto di locazione, alla loro regolarizzazione catastale.

Vi è poi una seconda novità applicabile, sempre da 1° luglio 2010, limitatamente agli immobili siti in Lombardia:
l’obbligo di dotare gli immobili medesimi dell’attestato di certificazione energetica e di consegnarlo al conduttore. Si tratta di un obbligo imposto dalla Regione e pesantemente sanzionato (da 2500 a 10000 euro) che riguarda tutte le unità locate ad eccezione dei box.


Torna ai contenuti